Delitto e castigo

ArTè Stabile di Innovazione

DELITTO & CASTIGO
di Fëdor Dostoevskij

traduzione Gaelle Tomassini

con
Alfredo Angelici, Massimiliano Benvenuto, Claudia Crisafio,
Massimiliano Mecca, Marta Nuti

musiche Gianluca Attanasio
costumi Roberta Orlando

regia Francesco Giuffrè

Delitto&Castigo è uno dei romanzi più influenti della letteratura russa, e non solo, di tutti i tempi.
Dopo “Profumo” “Cuore di cane” e “Othellow”, con “Delitto&Castigo” continua il percorso registico di Francesco Giuffrè con un altra storia che scandaglia l’animo umano fino alla sua più estrema profondità, nelle pieghe più segrete e intime. Raskolnikov, il protagonista del romanzo, è un uomo “nudo” e vulnerabile,  che vuole lottare contro quello che pare il suo fallimentare destino, credendosi un uomo forte, superiore, un uomo che può arrogarsi quel diritto non scritto per poter cambiare la sua vita e il percorso inevitabile della sua sorte. Raskolnikov pensa di poter trascendere il limite morale comune uccidendo una vecchia usuraia, rubandole i soldi, ed usandoli per aiutare se stesso e gli altri. E’ dunque la storia di un fallimento, del castigo che segue al delitto, senso di colpa che non potrà essere superato. Alla fine Raskolnikov comprende di essere soltanto uno dei tanti uomini che passeranno su questo mondo senza poter lasciare traccia.

Rassegna stampa: