Per Caterina

scritto e diretto da Aliosha Massine

con Daniele Parisi e Pio Stellaccio

scene e costumi Maia Vacirca

light designer Valerio Camelin

aiuto regia Martina Cavazzana

si ringrazia per la collaborazione Nina Florios Cavallo

Nico, a causa del fallimento della Gypsy Water, società di bibite alcoliche che aveva fondato quattro anni prima, ha dovuto consegnare alla banca la sua casa ipotecata e ripartire da zero. È un rider e consegna cibo con la bicicletta.
Vuole iscrivere sua figlia ad un corso di danza, ma non ha i soldi per pagare la retta del primo trimestre.
Daniele, anche lui 40 anni, consulente finanziario in carriera, in questo momento non può restituire i soldi di un vecchio prestito a Nico. Da qualche mese oramai, con qualche scambio affettuoso e un paio di birre, si è abituato a liquidare l’amico in non più di mezzora.
Questa volta però Nico sembra diverso. Non ha nessuna intenzione di andarsene in fretta.

Per Caterina è prima di tutto una storia d’amore oltre che di debiti, di affari e tradimenti.
Voglio raccontare l’amore di un padre e la sua incredibile forza, che va oltre ogni limite. Più nello specifico, la potenza di quest’amore è la cosa che più mi colpisce, ed anche la sua immaterialità che risulta essere ancora oggi la ricchezza più grande, la forza più potente che un essere umano possa incontrare ed avere su questa terra.
Ed è alla portata di tutti.

Leggi le note di regia