UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO CHE NON FINISCE CON UN SUICIDIO

È uno spettacolo sbagliato. Dall’inizio. E’ un tentativo di messa in scena che parte dalla stand up e si perde in una storia vera. L’ attore è davanti al pubblico, deve fare il suo show, tocca a lui, è chiamato a portare a termine qualcosa da cui vorrebbe istintivamente fuggire, che è quello che di solito fa, che ha sempre fatto, da bambino: quando salvarsi la vita coincideva col correre più veloce.

Quelle che fa l’attore in scena sono confessioni di fragilità e di dichiarata inadeguatezza, ma anche di una divertita sensazione di essere fuori dal mondo, in un confine labile che è lo stesso che l’attore pone sulla scena.

Davanti a una comunità che ci guarda: chi siamo noi? E come possiamo smettere di scappare?

di L. Guenzi, N. Borghesi, D. Parisi, G. Salvatori

con Lodo Guenzi

regia Nicola Borghesi

produzione Argot Produzioni e Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito Teatro